In questi giorni ci è stata segnalata la presenza di alcune persone senza fissa dimora al parco Nuove Gemme. Sono 3 persone che stazionano nel parco di giorno utilizzando la fontana per lavarsi, mentre di notte dormono sulle panchine e fanno i loro bisogni dove capita. Sono state fatte segnalazioni  a comune e carabinieri e ieri mattina una pattuglia sembra abbia fatto un sopralluogo non trovando i 3 "Barbanera". Noi però abbiamo le foto che dimostrano la presenza di queste persone nel parco mentre passeggiano indisturbati vicino alle giostre con i bambini.

Per la tranquillità delle famiglie che frequentano quotidianamente il parco con i loro bimbi, ma anche per la risoluzione della evidente situazione di disagio e degrado patito da queste persone, auspichiamo un intervento deciso ed urgente finalizzato alla sua risoluzione da parte delle autorità e degli organismi preposti.

Va fatta una riflessione seria perché mancano strumenti normativi adeguati per contrastare questi fenomeni e l'unico deterrente sarebbe disporre di un maggiore numero di forze dell'ordine che possano presidiare stabilmente i luoghi sensibili, non certo quello di installare telecamere in tutta la città.

Spinea non è certo la prima città a doversi confrontare con situazioni del genere e quindi siamo andati a cercare le soluzioni adottate da altri comuni e abbiamo trovato un buon provvedimento adottato dal comune di Bressanone (regolamento di polizia urbana) che prevede il sequestro delle elemosine ai mendicanti anziché fare multe che non sarebbero pagate. Una prima azione semplice ed efficace che disincentiverebbe la permanenza non solo nel parco ma su tutto il territorio comunale.