Territorio e Ambiente

Se qualcuno può pensare che la questione dell’incenerimento di rifiuti sia oramai faccenda chiusa, con la delibera con cui i sindaci, ANCHE IL NOSTRO, hanno approvato la cessione del 40% di azioni di ECOPROGETTO, azienda del gruppo VERITAS, all’associazione di imprese BIOMAN e SESA, bè, probabilmente si sbaglia!

All’appello mancano ancora le opere integrative concordate con Veneto Strade, tra cui spicca la messa in sicurezza di via Capitanio!

Variante urbanistica e convenzione del Piano sono decadute per una ingenuità: tutto da rifare!

Quella del Piano Norma 22 (vedi il post precedente Mercoledì 12/11: Arriva la piscina, ma a quale prezzo?), che dovrebbe vedere la realizzazione della tanto agognata piscina di Spinea, è una storia lunga e travagliata cui ora va ad aggiungersi un nuovo inaspettato capitolo.

“STOP al consumo di suolo, è urgente e necessario invertire la rotta” – su questo tutti d’accordo e sulla stessa lunghezza d’onda i numerosi relatori che si sono alternati ieri sera sul palco del cinema Bersaglieri di Spinea, alla conferenza SUOLO BENE COMUNE O DI CONSUMO, organizzata dal “meetup miranese” e dai consiglieri di minoranza del comune di Spinea Massimo De Pieri e Stefania Mazzotta, in collaborazione con Bandiza Group, Circolo Legambiente del Miranese, Comitato difesa ambiente e territorio di Spinea e seguito in diretta dalla radio di Spinea Stereo98.it.

La commissione nazionale per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ha definitivamente archiviato l’elettrodotto aereo tra Dolo e Camin voluto da Terna spa. Il progetto comprendeva anche la realizzazione di un’altra tratta, meno nota, quella da Malcontenta a Mirano, che interessava anche i comuni di Mira e Spinea.